FS, il governo avvia la privatizzazione del 40% ma “ragiona” sulla rete

Il Consiglio dei ministri ha approvato la privatizzazione. Il 60% rimarrà pubblico e si valuta lo scorporo della rete

(Teleborsa) – Dopo il grande successo dell’IPO di Poste, parte anche la privatizzazione delle Ferrovie di Stato, approvata oggi dal Consiglio dei Ministri. Lo ha annunciato il Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, al termine della riunione a Palazzo Chigi.

Delle FS andrà in Borsa una partecipazione del 40%, fra piccoli risparmiatori e investitori istituzionali, proprio come è avvenuto per Poste Italiane. “Siamo pienamente soddisfatti”, ha detto Delrio, aggiungendo “oggi abbiamo avviato il percorso, il resto del lavoro verrà fatto nelle prossime settimane”.

Nell’operazione di collocamento, il cui attore principale è ovviamente il Tesoro, il Ministero dei Trasporti agisce come organo di vigilanza. In questo senso, Delrio ha tenuto ad assicurare che “la piena maggioranza dell’azionariato rimarrà allo Stato”.

Fra le ipotesi in campo, assieme all’avvio dell’iter di privatizzazione, c’è anche lo scorporo della rete in capo ad RFI. “Si valuterà l’indipendenza del gestore della rete”, ha risposto Delrio ha chi chiedeva se lo spin off fosse stato approvato oggi, ma ha comunque assicurato che “la rete dovrà rimanere pubblica e garantire l’accesso a tutti”.

FS, il governo avvia la privatizzazione del 40% ma “ragiona̶...