Francoforte giù. Bene invece Piazza Affari

(Teleborsa) – In un panorama europeo negativo, si registra una performance rialzista di Piazza Affari, che chiude la seduta sopra la parità, sostenuta dalla buona tenuta delle banche e dei titoli legati all’energia, grazie alla nuova fiammata dei prezzi del petrolio.

L’Euro / Dollaro USA continua gli scambi a 1,205 Euro / Dollaro USA, con un aumento dello 0,81%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,44%. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che porta a casa un guadagno dell’1,53%.

Lo Spread tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco si riduce, attestandosi a 153 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,06%.

Nello scenario borsistico europeo sostanzialmente debole Francoforte, che registra una flessione dello 0,59%. Londra è stabile +0,19% mentre Parigi, evidenzia un decremento dello 0,35%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che termina a 23.305 punti.
 
A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 3,37 miliardi di euro, con un incremento di ben 654 milioni di euro, pari al 24,04% rispetto ai precedenti 2,72 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 1,31 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,78 miliardi di azioni.

Su 225 titoli scambiati sulla borsa di Milano, 106 azioni hanno chiuso in territorio negativo, mentre 102 azioni hanno portato a casa un rialzo. Invariate le altre 17 azioni del listino milanese.

Si distinguono a Piazza Affari i settori Materie prime (+2,57%), Tecnologico (+1,94%) e Automotive (+1,77%). Nel listino, i settori Chimico (-3,72%), Vendite al dettaglio (-2,32%) e Immobiliare (-1,39%) sono stati tra i più venduti.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Saipem (+3,65%) promossa dai broker, e Tenaris (+2,55%) che beneficia della recente corsa del greggio. 

Tra le banche, prosegue il rally Fineco (+2,39%). Tonica anche Intesa Sanpaolo +0,61%: l’Istituto ha annunciato la possibile vendita di crediti deteriorati confermando comunque la policy dei dividendi. 

Tra gli industriali corre Fiat Chrysler (+2,26%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Yoox, (-3,58%) in un mercato retail negativamente impattato dai cali di Tesco e Marks & Spencer dopo i numeri sulle vendite. Sempre nel lusso, scivola Moncler, con un netto svantaggio dell’1,64%. In rosso Ferragamo, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,53%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Cattolica Assicurazioni (+9,64%), Anima Holding (+4,97%), Danieli (+3,64%) e Credem (+3,11%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Banca Ifis, che ha chiuso a -5,08%.

Francoforte giù. Bene invece Piazza Affari
Francoforte giù. Bene invece Piazza Affari