Francia, occupazione in fase di stallo

(Teleborsa) – Tra la fine di settembre e la fine di dicembre 2020, l’occupazione in Francia è in fase di stallo, dopo un forte calo in primavera e un rimbalzo in estate.

Secondo la stima rivista dell’Istituto di Statistica Nazionale francese (INSEE), nel 4° trimestre, il mercato del lavoro ha registrato un decremento dello 0,1% degli occupati del settore privato non agricolo che si confronta con il -0,2% della stima preliminare. La variazione è pari ad un calo a in valore assoluto di 20.600 unità.

Nel trimestre precedente si era registrato un aumento dell’1,7%, ovvero 425.600 nuovi posti di lavoro.

Complessivamente, l‘occupazione è rimasta al di sotto del livello dell’anno precedente: –1,1%, ovvero -283.900 posti di lavoro. È quindi a un livello paragonabile a quello alla fine del 2018. Si tratta del primo calo di fine anno dal 2012.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francia, occupazione in fase di stallo