Francia, giudice ordina a Veolia di bloccare OPA su Suez

(Teleborsa) – Si arricchisce di colpi di scena lo scontro tra i due colossi francesci dell’energia Veolia e Suez. Ieri Veolia aveva annunciato un’offerta ostile sul suo principale concorrente valutandolo 11,3 miliardi di euro e abbandonando i tentativi di convincere il board di Suez della bontà dell’operazione. Il pronunciamento di un tribunale potrebbe però bloccare l’operazione.

“Il tribunale commerciale di Nanterre ha vietato oggi a Veolia di presentare la sua offerta pubblica ostile, annunciata il 7 febbraio, a seguito del tentativo di Veolia di violare il suo impegno all’amicizia”, ha scritto Suez in un comunicato, aggiungendo che intende “difendere, con tutti i mezzi, gli interessi dei suoi stakeholder, azionisti, dipendenti e clienti”.

Secondo Veolia l’intervento del tribunale sarebbe tardivo. “Abbiamo ricevuto le informazioni dell’ordine (del tribunale, ndr) alle 7:23, dopo aver presentato la nostra offerta alle 7:00, tutte le condizioni legali sono soddisfatte (…), riteniamo che il nostro deposito sia valido”, ha affermato il CEO di Veolia, Antoine Frérot, secondo quanto riportato dai media francesi.

Anche Bruno Le Maire, il ministro francese dell’economia, è intervenuto sulla vicenda. “Questa operazione tra due campioni industriali francesi può avere successo solo se è amichevole. L’offerta pubblica ostile viola gli impegni presi in più occasioni da Veolia”, ha detto a Europe 1.

Veolia Environnement sta registrando una flessione dello 0,48% alla Borsa di Parigi, attestandosi a 22,8. Appiattita la performance di Suez con i prezzi allineati a 17,24, in calo di una modesto -0,12%.

(Foto: Free-Photos / Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francia, giudice ordina a Veolia di bloccare OPA su Suez