Francia: Commissione Ue guarda al deficit francese dopo l’annuncio di Macron

(Teleborsa) – Anche i conti pubblici Francesi finiscono sotto la lente di ingrandimento della Commissione europea. La tensione, nasce sulla base delle dichiarazioni del presidente Macron, secondo cui il bilancio d’oltralpe sarebbe pronto ad accogliere nuove misure di spesa per un valore complessivo di 10-11 miliardi di euro.

Lunedì sera, infatti, Macron aveva annunciato alla nazione un aumento di 100 euro del salario minimo senza tassazione aggiuntiva per i datori di lavoro, la defiscalizzazione degli straordinari e dei bonus di fine anno da parte delle imprese e l’abrogazione dell’aumento dei contributi per i pensionati che guadagnano meno di 2mila euro al mese. Un insieme di nuovi tagli, questo, che bypasserebbe gli accordi presi da Parigi con l’Unione europea, provocando lo sforamento del deficit da parte della Francia.

L’indicazione di un possibile arresto è giunta dal vicepresidente Dombvrovskis e dal commissario agli affari economici Moscovici, che a Strasburgo ha annunciato: “Seguiremo con attenzione l’impatto degli annunci fatti dal presidente Macron sul deficit e le modalità di finanziamento”. Dombrovskis ha poi precisato di non poter ancora formulare valutazioni nel merito, poiché al momento non si tratterebbe ancora di misure dettagliate.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francia: Commissione Ue guarda al deficit francese dopo l’annunc...