Francia: balza PIL 3° trimestre. Giù consumi, inflazione ristagna

(Teleborsa) – Rimbalza il PIL francese nel 3° trimestre, facendo meglio delle previsioni. Secondo la lettura preliminare diffusa dall’Istituto Statistico Nazionale Francese (INSEE), il PIL ha registrato nel 3° trimestre un incremento del 18,2% dopo il -13,7% del 2° trimestre, che scontava in pieno l’emergenza sanitaria. Il dato risulta superiore alle stime degli analisti che indicavano un +15,4%.

Le spese per consumi delle famiglie hanno segnato un +17,3%, riportandosi vicino ai livelli pre-Covid. Gli investimenti in conto capitale delle imprese hanno accelerato (+23,3%).

La domanda interna ha così pesato sul PIL con un contributo di +18,9 punti. Il commercio estero ha fornito un contributo posuitivo pari a +1,2 punti dopo che l’import è salito del 16% e le esportazioni sono scese del 23,2%.

Sempre l’INSEE oggi ha pubblicato i dati relativi ai consumi delle famiglie, che evidenziano a settembre un forte calo (-5,1%) dopo il l’aumento segnato ad agosto (+2,2%). Il dato delude le attese degli analisti che erano per un -1%. L’aumento è dovuto ai consumi di prodotti finiti (-6,8%) e di alimentari (-4,8%), mentre sono scesi meno quelli di energia (-0,9%).

L’inflazione di ottobre mostra invece una variazione pari a -0,1% su mese, dopo il -0,5% di settembre. La variazione tendenziale viene confermata a zero. L’indice armonizzato, una misura utilizzata dalla BCE, conferma una variazione tendenziale pari a zero, mentre su mese la variazione è pari a -0,1% (precedente -0,6%).

(Foto: di Pexels da Pixabay)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Francia: balza PIL 3° trimestre. Giù consumi, inflazione ristagna