Forte calo nei mercati europei, Milano inclusa

(Teleborsa) – Si muove in territorio decisamente negativo Piazza Affari, in compagnia del’Europa, dopo una partenza negativa ma non così pesante. 

C’è grande attesa per la pubblicazione dei verbali del FOMC, in agenda stasera e per la diffusione delle statistiche USA sul mercato del lavoro in programma venerdì.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,107. L’Oro passa a 1.372,2 dollari l’oncia, con un aumento dell’1,26%. Giornata negativa per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua gli scambi a 45,99 dollari per barile, in calo dell’1,31%.

Lo Spread fa un piccolo passo indietro, con un misero calo dell’1,43% a quota 141 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta all’1,22%.

Tra i listini europei, tonfo di Francoforte, che mostra una caduta del 2,12%, soffre Londra, che evidenzia una perdita dell’1,03%, in lettera Parigi, che registra un importante calo del 2,12%.

Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che sta lasciando sul terreno il 2,04%, continuando sulla scia ribassista rappresentata da tre cali consecutivi, in essere da lunedì scorso.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Banca MPS (+10,48%) dopo il tonfo dei giorni scorsi, Banca Popolare di Milano (+1,64%) e UBI Banca (+0,67%).

Offerta Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni con un -9,92%, dopo che Iliad diventerà il quarto polo nel mobile in Italia a seguito dell’accordo per rilevare gli asset che saranno dismessi nell’ambito della fusione tra Wind e 3 Italia.

In apnea Azimut, che arretra del 7,84%.

Tonfo di Finecobank, che mostra una caduta del 5,86%.

Lettera su STMicroelectronics, che registra un importante calo del 4,76%.

Passa in negativo YOOX NET-A-PORTER -1%, dopo un avvio brillante sulla presentazione del piano strategico al 2020.

Tra le grandezze macroeconomiche più importanti, è previsto dagli Stati Uniti l’annuncio del dato di PMI servizi, atteso questo pomeriggio alle 15:45.

Alle 16:00 di questo pomeriggio verrà distribuito il dato ISM non manifatturiero degli Stati Uniti (valore previsto: 53,3 punti).

Forte calo nei mercati europei, Milano inclusa