Forte calo dei mercati europei, Milano inclusa

(Teleborsa) – Si muove in territorio decisamente negativo Piazza Affari assieme al resto d’Europa, dopo il tonfo dell’Asia sui deboli dati cinesi ma anche a causa dell’acuirsi dei timori di Brexit. 

Intanto cresce l’attesa per il FOMC della FED in calendario domani, anche se non si prevedono mosse sui tassi da parte della Banca centrale americana.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,127. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.284,5 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) perde l’1% a 48,58 dollari per barile.

Balza in alto lo spread, posizionandosi 141 punti base, con un incremento di 5 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,43%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,26%, soffre Londra, che evidenzia una perdita dello 0,74% mentre Parigi segna un -1,3%.

A Milano, forte calo del FTSE MIB (-2,2%), che ha toccato 16.743 punti, continuando sulla scia ribassista rappresentata da quattro cali consecutivi, in essere da mercoledì scorso.

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti, specialmente Banche (-3,64%), Media (-3,32%) e Vendite al dettaglio (-3,32%).

Best performer tra i titoli italiani più capitalizzati, Anima Holding che avanza dell’1,23%.
Pesante la Banca Popolare di Milano, che prosegue le contrattazioni con un -7,26%, seguita dal Banco Popolare, che arretra del 6,58%. Tonfo di Banca MPS, che mostra una caduta del 6,15%. Lettera su Saipem, che registra un importante calo del 5,27%.

Sul resto del listino in evidenza RCS -2,14%, nel giorno in cui parte l’OPS di Cairo. Intanto la Consob ha approvato l’OPA della cordata Bonomi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Forte calo dei mercati europei, Milano inclusa