Forex, mercato ingessato guarda a Fed e dazi

(Teleborsa) – Continua il clima di attesa sul mercato dei cambi con l’attenzione degli investitori rivolta alla riunione di politica monetaria della Federal Reserve. Il meeting della banca centrale americana parte oggi 29 Gennaio, per terminare domani 30 Gennaio.

Il board dovrebbe confermare l’attuale costo del denaro visto il peggioramento dello scenario economico a livello globale. Gli addetti ai lavori attendono con ansia il discorso che terrà il Presidente Fed, Jerome Powell e, in particolare, un aggiornamento sulle prospettive dei tassi negli Stati Unti.

Un’altra vicenda sotto i riflettori degli operatori è il confronto politico e commerciale tra Washington e Pechino mentre rischiano di complicarsi le relazioni fra USA e Cina proprio nella settimana della visita della delegazione cinese a Washington. La Cina ha fatto di nuovo ricorso al WTO, l’Organizzazione mondiale del commercio, contro i 250 miliardi di dazi imposti progressivamente a partire dall’aprile 2018 dagli Stati Uniti sui prodotti cinesi d’importazione.

Sul mercato Forex, il cross eur/usd vale 1,1431 dollari. Prima area di resistenza vista a 1,1448. Un peggioramento del cambio potrebbe aprire all’area di supporto stimata a 1,1416 dollari.

Sul fronte euro, il Presidente della BCE, Mario Draghi, durante un’audizione al Parlamento europeo ha detto che l’Eurotower è pronto a usare tutti gli strumenti a disposizione, inclusi quelli terminati come gli acquisti netti del Quantitative easing, in caso di forte frenata dell’economia.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Forex, mercato ingessato guarda a Fed e dazi