Forex, euro cade sotto 1,10 dollari. Trump punta il dito contro BCE

(Teleborsa) – L’euro crolla nei confronti del dollaro dopo che la BCE ha annunciato misure ben più generose di quanto atteso. La banca centrale ha infatti tagliato il tasso sui depositi a -0,5% ed ha annunciato un nuovo piano QE2 da 20 miliardi al mese in aggiunta alle aste TLTRO ed una serie di altre misure.

La reazione del mercato è stata pressoché immediata e l’euro si è subito pesantemente deprezzato contro il dollaro, scontando una linea molto accomodante. Il cross eur/usd è caduto da 1,1062 a 1,0963 USD (-0,35%) sui minimi intraday.

Un movimento che è stato commentato subito con un certo disappunto dal Presidente USA Donald Trump, che punta il dito su una politica strumentale della BCE volta ad indebolire il cambio e renderlo più competitivo. Il Presidente in un tweet scrive: “Stanno cercando, e riuscendo, a deprezzare l’euro contro il dollaro MOLTO forte, danneggiando le esportazioni statunitensi…. E la Fed si siede, si siede e si siede. Vengono pagati per prendere in prestito denaro, mentre noi paghiamo gli interessi!”

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Forex, euro cade sotto 1,10 dollari. Trump punta il dito contro BCE