FMI: quadro meno catastrofico in 2020 ma crisi non finita

(Teleborsa) – “L’economia globale sta tornando dalle profondità della crisi. Ma questa calamità è tutt’altro che finita”.

A dirlo Kristalina Georgieva, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, all’inizio del suo discorso di apertura degli Annual Meetings di FMI e Banca Mondiale sottolineando che ” tutti i Paesi stanno ora affrontando quella che definirei la lunga ascesa, una difficile salita che sarà lunga, accidentata e incerta. E suscettibile di battute d’arresto”.

Il quadro, dunque, resta complesso ma si intravede qualche segnale incoraggiante. “Il Fondo Monetario internazionale prevedeva a giugno una grave contrazione del PIL globale nel 2020. Il quadro oggi è meno catastrofico. Ora – prosegue Georgieva – stimiamo sviluppi migliori del previsto nel secondo e terzo trimestre, che ci permettono una piccola revisione al rialzo delle nostre previsioni globali per il 2020. E continuiamo a prevedere una parziale e irregolare ripresa nel 2021″.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FMI: quadro meno catastrofico in 2020 ma crisi non finita