FMI più pessimista sull’Italia

(Teleborsa) – La crescita economica dell’Italia è “più debole del previsto” e per quest’anno il PIL crescerà dell’1% per, poi, espandersi leggermente dell’1,1% l’anno prossimo. E’ quanto stima l’FMI che ha rivisto al ribasso le sue previsioni sulla crescita economica globale, non risparmiando il Belpaese.

Per l’ente guidato da Christine Lagarde, la disoccupazione, invece, continuerà a diminuire in misura visibile, dall’11,9% registrato lo scorso anno, al 10,9% previsto per il 2017 passando dall’11,4% quest’anno. 

Il Fondo Monetario Internazionale, nell’ultimo World Economic Outlook – presentato a Washington – è più pessimista rispetto alle stime di crescita presentate dal Governo italiano, nell’ultimo Documento di economia e finanza (DEF) in cui aveva previsto un PIL in aumento all’1,2% nel 2016 e, all’1,4% nel 2017. 

Quanto al deficit tricolore salirà quest’anno al 2,7% dal 2,6% del 2015, e poi scenderà fino all’1,6% nel 2017. Nel DEF, il deficit è stimato al 2,3% nel 2016 e all’1,8% nel 2017.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FMI più pessimista sull’Italia