FMI mette in guardia la BCE sui rischi di tassi negativi e consiglia l’acquisto di asset

(Teleborsa) – La politica monetaria di tassi negativi della BCE è “efficace” ma ha dei “limiti”. A mettere in guardia la Banca centrale guidata da Mario Draghi è il Fondo Monetario Internazionale (FMI) che consiglia di concentrarsi sull’acquisto di asset perché i tassi negativi pesano sulla redditività delle banche mettendole sotto pressione. 

Più di due anni fa, l’Eurotower cercando di sollevare un’economia fragile ha intrapreso una nuova misura di politica monetaria, quella dei tassi negativi, a completamento di una serie di misure volte a riportare l’inflazione al target del 2%.

Secondo gli economisti del Fondo, Andy Jobst e Huidan Lin “in futuro la BCE dovrebbe puntare di più sugli acquisti di asset” perché ulteriori “tagli dei tassi potrebbero indebolire l’efficacia della politica monetaria” se il credito non si adeguasse e se i consumatori ritirassero i fondi dalle banche.

“Una politica di tassi negativi – spiegano – ha senso. Quando alle banche commerciali viene fatto pagare per depositare la liquidità in eccesso, queste sono più inclini a concedere credito alle aziende e ai consumatori”. Tuttavia lo spazio per ulteriori tagli è limitato perché rischia di “colpire la redditività delle banche”. Secondo il Fondo guidato da Christine Lagarde “i benefici di una politica di tassi negativi possono svanire nel tempo”.

Il suggerimento è quello di acquistare asset, ovvero bond. In questo modo, spiega l’FMI, la BCE farebbe salire i prezzi degli asset e la domanda aggregata, sostenendo anche il credito bancario.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FMI mette in guardia la BCE sui rischi di tassi negativi e consiglia l...