FMI, confermate stime di crescita per l’Italia: “Prioritaria sostenibilità debito”

Nessuna variazione nelle stime della crescita dell'economia italiana da parte del Fondo monetario internazionale

(Teleborsa) – Nessuna variazione nelle stime della crescita dell’economia italiana da parte del Fondo monetario internazionale che conferma quanto stimato a gennaio in vista del World Economic Forum di Davos, indicando per l’Italia un +0,5% nel 2020 e + 0,7% nel 2021.

A dirlo è lo stesso FMI nella G20 Surveillance Note, rapporto preparato in vista del G20 dei ministri finanziari e dei governatori della banche centrali in calendario a Ryad il 22 e 23 febbraio.

Nel report, l’Fmi sottolinea che l’Italia ha uno spazio fiscale limitato a causa dell’alto indebitamento e ha suggerito di dare priorità alla sostenibilità del debito attraverso un maggiore consolidamento fiscale e l’adozione di misure per stimolare la crescita.

Nella G20 Surveillance Note viene anche ribadito che “dopo un rallentamento lo scorso anno, l’attività economica globale è attesa rafforzarsi moderatamente nel 2020“, ma che la ripresa è “fragile” e “restano rischi al ribasso”.

Tra i rischi in particolare c’è il coronavirus, una “tragedia umana” che sta interrompendo l’attività economica in Cina”, con ricadute probabili in altri paesi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FMI, confermate stime di crescita per l’Italia: “Prioritar...