FMI alza le stime di crescita sull’Italia: nel 2017 PIL +1,3%, intorno all’1% fino al 2020

(Teleborsa) – Il Fondo monetario internazionale ha ritoccato all’insù le previsioni di crescita economica dell’Italia. Secondo il Fondo, il PIL del Belpaese crescerà dell’1,3% quest’anno contro il +0,8% stimato in precedenza, mentre l’espansione si ridurrà all’1% dal prossimo anno fino al 2020.

I dati sono contenuti nel rapporto stilato al termine della missione annuale nella Penisola, il World Economic Outlook di aprile. 

L’istituzione di Washington parla di ripresa che prosegue, ma avverte sui “rischi al ribasso significativi” legati a fragilità finanziarie, incertezze politiche e possibili battute d’arresto nel processo di riforma, oltre che alla Brexit e alle politiche USA.

Per il Fondo, l’obiettivo per il 2018 del Governo italiano di deficit all’1,2% del PIL, “è appropriato” sottolineando che la graduale ripresa favorisce l’attuazione del risanamento dei conti pubblici, che è necessario operare in Italia. 

L’FMI riconosce, poi, all’Italia di aver compiuto “progressi incoraggianti” sul rafforzamento delle banche e sulla riduzione dei crediti in sofferenza, ma raccomanda la necessità di agire “tempestivamente” sulle situazioni di difficoltà, pur ammettendo come sia “difficile” riuscire a trovare soluzioni che risultino anche “poco costose”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FMI alza le stime di crescita sull’Italia: nel 2017 PIL +1,3%, i...