Fitch, rating “in negativo” per il 2021: pesa l’incertezza scatenata dalla pandemia

(Teleborsa) – I meriti di credito delle banche nel 2021 secondo Fitch “sono variati in negativo per la maggior parte delle aree geografiche”. È quanto si legge nel “2021 Global Banks’ Outlook Compendium” pubblicato oggi dall’agenzia di rating. Tale cambiamento, spiegano gli analisti, riflette “i rischi di un arretramento per il nostro scenario di base rispetto a una lenta ripresa dell’economia” dopo la crisi innescata dalla pandemia.

Le previsioni negative sul rating riflettono inoltre “la pressione sui relativi rating sovrani”. L’attesa degli stessi analisti di Fitch è quella di una cristallizzazione dei rischi sulla qualità degli attivi durante il 2021 grazie alle misure di sostegno messe in atto dai governi in favore di economie e debitori, “mentre un periodo esteso di bassi tassi di interesse influirà sulla profittabilità degli Istituti”.

Tale pressione sui rating, hanno spiegato, sarà più forte se il “degrado dell’economia sarà più prolungato del previsto”. Analoga la posizione di Fitch su gli altri settori finanziari diversi dalle banche. Secondo gli analisti dell’agenzia di rating statunitense, “i volumi di scambio in calo nel 2020, il rendimento degli investimenti e la pressione sul valore possono pesare sui risultati economici di alcune
aziende”.

Per questi motivi si specifica che le valutazioni dell’agenzia rimarranno “sensibili” all’andamento della pandemia e alle future ondate “che ostacolano qualsiasi ripresa e approccio normativo per attivare stimoli all’economia e nei confronti dei clienti più deboli”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fitch, rating “in negativo” per il 2021: pesa l’ince...