Fitch declassa il Brasile a “junk”, outlook negativo

(Teleborsa) – La recessione dell’economia carioca, più profonda del previsto, è il motivo che ha portato Fitch a declassare di un gradino il rating sul Brasile, che di conseguenza esce dal raggruppamento più sicuro di affidabilità creditizia e finisce nella categoria “junk”, ovvero “spazzatura”.

L’agenzia ha portato il rating a lungo termine in valuta estera e locale a “BB+” da “BBB-” confermando l’outlook a negativo. 

“Il declassamento – spiega Fitch con una nota – riflette la recessione più grave del previsto, i continui peggioramenti di bilancio e l’incertezza politica che potrebbe minare ulteriormente la capacità del governo di attuare le misure necessarie a stabilizzare il crescente debito”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fitch declassa il Brasile a “junk”, outlook negativo