Fisco, Agenzia delle entrate: non ci sono modifiche alle scadenze del 730 precompilato

(Teleborsa) – Non c’è stata nessuna modifica alle scadenze fiscali previste per l’invio dei dati sui rimborsi delle spese sanitarie del 730 precompilato.

Lo precisa l’Agenzia delle entrate, sottolineando che “resta fermo l’obbligo di trasmissione entro il 31 gennaio al Sistema Tessera Sanitaria dei dati relativi ai rimborsi effettuati dalle strutture sanitarie e dai medici per prestazioni non erogate o parzialmente erogate”.

Entro il 31 gennaio 2016, spiega l’agenzia fiscale, “le strutture sanitarie e i medici trasmettono al Sistema Tessera Sanitaria i dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel 2015 per prestazioni non erogate o parzialmente erogate”.

Entro il 28 febbraio invece (per il 2016 entro il 29 febbraio visto che il 28 è domenica), “gli enti e le casse aventi esclusivamente fine assistenziale e i fondi integrativi del Servizio sanitario nazionale inviano all’Agenzia delle entrate i dati relativi alle spese sanitarie rimborsate nel 2015 per effetto dei contributi versati dai contribuenti iscritti a tali enti e casse”.

Statisticamente le spese sanitarie sono le principali spese detraibili.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fisco, Agenzia delle entrate: non ci sono modifiche alle scadenze del ...