Fintech, nuovo round di finanziamento per Stripe: ora vale 95 miliardi di dollari

(Teleborsa) – La piattaforma dei pagamenti elettronici Stripe, fondata dai fratelli irlandesi John e Patrick Collison nel 2010, è diventata la startup statunitense con la maggiore valutazione. La società, che fornisce un’infrastruttura software che permette a privati e aziende di inviare e ricevere pagamenti via internet, ha chiuso un round di finanziamento da 600 milioni di dollari (500 milioni di euro), che ha portato la sua valutazione a 95 miliardi di dollari (80 miliardi di euro).

Tra gli investitori principali della società ci sono Allianz X, Axa, Baillie Gifford, Fidelity Management & Research Company, Sequoia Capital e la National Treasury Management Agency (NTMA) irlandese. La società, i cui principali competitor sono Square e Paypal, ha affermato che utilizzerà il capitale per investire nelle sue operazioni europee, e in particolar modo nel quartier generale di Dublino.

“Stiamo investendo molte più risorse in più in Europa quest’anno, in particolare in Irlanda – ha affermato John Collison, presidente e co-fondatore di Stripe – Che si tratti di fintech, mobilità, vendita al dettaglio o SaaS, l’opportunità di crescita per l’economia digitale europea è immensa“.

Stripe ha raddoppiato il suo valore in poco meno di un anno, visto che lo scorso aprile era stata valutata a 36 miliardi di dollari, dopo un round da 600 milioni di dollari da investitori tra cui Andreessen Horowitz e Sequoia Capital. La sua attuale valutazione è superiore agli 80 miliardi di valutazione che Facebook ricevette dagli investitori privati prima di sbarcare in Borsa e oltre i 72 miliardi che precedettero l’IPO di Uber nel 2019, fa notare il Financial Times.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fintech, nuovo round di finanziamento per Stripe: ora vale 95 miliardi...