Fintech, l’italiana Supply@ME Capital verso quotazione su LSE

(Teleborsa) – Supply@ME Capital, società fintech italiana che fornisce un’innovativo servizio di Inventory Monetisation alle aziende di diversi settori industriali, si quoterà al London Stock Exchange il prossimo lunedì 23 marzo.

Fondata da Alessandro Zamboni e controllata da the AvantGarde Group, la società sta promuovendo la sua piattaforma di Inventory Monetisation, che consente alle imprese di ottimizzare il capitale circolante e creare valore con le rimanenze di magazzino, vendendo i propri stock a veicoli creati ad hoc dietro emissione di securitisation note. Questo servizio ha già dimostrato il suo potenziale, originando, dopo pochi mesi dal suo lancio, più di 900 milioni di contratti con aziende interessate ad utilizzare la Piattaforma.

L’operazione di quotazione è avvenuta tramite un collocamento del controvalore di 39,94 milioni di sterline britanniche e un contestuale aumento di capitale per 2,24 milioni. Si prevede che la capitalizzazione di Supply@ME Capital dopo l’aumento di capitale sarà di circa 227,5 milioni di sterline britanniche ed il flottante dell’operazione sarà del 26%.

L’operazione è avvenuta nel contesto dell’acquisizione dell’intero capitale sociale di Supply@ME da parte di Abal Group, che dopo il cambio denominazione in Supply@ME Capital che, già quotata all’AIM di Londra, passerà sul mercato principale inglese.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fintech, l’italiana Supply@ME Capital verso quotazione su LSE