Finmeccanica sotto tiro in Borsa dopo il blitz di Consob

(Teleborsa) – Finale di settimana borsistica da incubo per Finmeccanica.

Oggi le azioni del contractor sono crollate ai minimi di un anno con boom di scambi – quasi 8 milioni di titoli contro i 3,2 della media giornaliera mensile – a causa dell’intervento di Consob sull’OPA promossa da Hitachi su Ansaldo STS.

Ieri la Commissione ha alzato il prezzo dell’Offerta dopo aver rilevato l’esistenza di una collusione fra Hitachi e Finmeccanica. Quest’ultima avrebbe infatti abbassato la valutazione di Ansaldo STS per favorire la contestuale cessione della ben più problematica Ansaldo Breda.

A poco è valso il comunicato stampa diffuso a metà giornata nel quale Finmeccanica precisa che non ci saranno variazioni economiche o finanziarie della cessione di Ansaldo STS dopo la delibera Consob, anche perché il closing è stato già effettuato.

“Finmeccanica conferma che non sono intervenute ne’, avuto riferimento alla recente delibera Consob, interverranno variazioni negli effetti economico-finanziari delle operazioni già comunicati e inclusi nella Guidance 2015”, spiega la nota aggiungendo che “Finmeccanica, per quanto possa occorrere, conferma inoltre la assoluta correttezza del proprio operato nell’ambito del su menzionato processo, che, peraltro, mentre si svolgeva, è stato costantemente reso noto anche all’organo di controllo del mercato (Consob).”

Infine, in relazione alla dismissione della partecipazione in Ansaldo STS, Finmeccanica, riallacciandosi a notizie apparse sulla stampa, ribadisce di aver “condotto un processo competitivo trasparente il cui esito è stato determinato solo tenendo conto della più alta valorizzazione espressa tra tutti i partecipanti nell’intero processo”.

Finmeccanica sotto tiro in Borsa dopo il blitz di Consob