Finlandia fa marcia indietro sul reddito di cittadinanza

(Teleborsa) – Stop al reddito di cittadinanza che viene bocciato dalla Finlandia, il Paese che lo aveva introdotto l’anno scorso come progetto pilota.

Il Governo di Helsinki avrebbe deciso di fare un passo indietro dopo che nel 2017 aveva dato il via all’esperimento che ha coinvolto circa 2.000 disoccupati che hanno ricevuto circa 690 dollari al mese, senza alcun vincolo. Lo riferisce Business insider

I disoccupati di età compresa tra i 25 e i 58 anni, hanno ricevuto l’assegno senza alcun impegno a cercare un lavoro o ad accettare impieghi offerti dall’Ufficio di collocamento.

Al momento l’Esecutivo non ha ancora pubblicato un bilancio dei risultati (che verranno diffusi solo nel 2019) o di valutazione del progetto, ne’ ha dato spiegazioni del perché sarà abbandonato, ma Helsinki starebbe valutando altre soluzioni di riforme del welfare per affrontare i problemi sociali delle classi più disagiate.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Finlandia fa marcia indietro sul reddito di cittadinanza