Findomestic: “Migliorano le intenzioni d’acquisto degli italiani”

(Teleborsa) – Migliorano le intenzioni di acquisto degli italiani e, in particolare, aumenta la propensione all’acquisto di viaggi e vacanze (+2,1 punti percentuali) mentre è in lieve rialzo anche la fiducia nei confronti della situazione economica del proprio nucleo familiare (+0,2 punti percentuali su novembre) così come quella verso il Paese (+0,3 punti).

È quanto emerge dall’osservatorio mensile Findomestic di gennaio, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo BNP Paribas in collaborazione con Doxa.

In particolare, si legge nello studio, dopo mesi di calo (da luglio 2019), torna la voglia di viaggiare con le intenzioni d’acquisto di viaggi e vacanze che sono tornate a crescere in chiusura d’anno con 2,1 punti percentuali di aumento nel mese di dicembre rispetto a novembre (1.344 euro di spesa media prevista).

Per quanto riguarda la casa, quello dei mobili è l’unico settore del comparto che a dicembre ha fatto registrare una crescita evidente (+1,2 punti percentuali) rispetto al mese precedente. Le intenzioni d’acquisto sono invece rimaste sostanzialmente stabili per case e appartamenti (-0,2 p.p.) e lavori di ristrutturazione (+0,2 p.p.).

La propensione degli italiani ad acquistare prodotti di telefonia, PC e foto/videocamere è stata in crescita nel mese di dicembre rispettivamente di 0,7, 0,5 e 0,4 punti percentuali rispetto a novembre. Tablet e e-book rimangono invece sui livelli del mese precedente.

Intenzioni d’acquisto in crescita per l’intero comparto degli elettrodomestici. Nel dettaglio TV e Hi-Fi crescono di 1 punto percentuale sul mese di novembre, mentre per i grandi l’aumento si attesta a +0,6 p.p. La spesa media prevista per i piccoli elettrodomestici è di 196 euro, 756 per i grandi e 511 euro per l’elettronica di consumo (TV e Hi-Fi).

L’analisi tendenziale dell’Osservatorio Findomestic di gennaio evidenzia come le intenzioni d’acquisto di dicembre 2019 siano cresciute rispetto allo stesso mese dell’anno precedente per il comparto casa e efficienza energetica trainati rispettivamente da mobili (+1,6 p.p.) e impianti fotovoltaici e solari termici (entrambi in crescita di 1,2 punti percentuali).

I veicoli non fanno registrare variazioni di rilievo, mentre il segno meno è prevalente per il comparto tecnologico (-1,1 p.p. per PC e Accessori e -1,3 per fotocamere e videocamere).

In negativo anche l’elettronica di consumo come TV e Hi-Fi (-0,8 p.p.) o le attrezzature e l’abbigliamento sportivo (-0,7 p.p.). In controtendenza le attrezzature per il fai-da-te (+0,8 punti percentuali). Il 2019 appena concluso ha visto le intenzioni d’acquisto degli italiani per auto nuove e case o appartamenti raggiungere i livelli più alti rispettivamente tra marzo (15,4%) e aprile (9,5%).

La propensione all’acquisto di telefonia ha avuto il picco massimo nel mese di agosto (28,6%), stesso periodo (luglio – agosto con rispettivamente il 37,7 e 37,6%) nel quale l’Osservatorio Findomestic ha registrato i livelli più alti per i piccoli elettrodomestici.

Nel 2019 gli italiani hanno raggiunto i livelli massimi di fiducia verso la situazione italiana e quella economica del proprio nucleo familiare nel mese di luglio, lo stesso mese in cui nell’anno appena concluso si è registrato il picco della propensione all’acquisto di viaggi o vacanze (58,5%).

(Foto: © Bred2k8 / Dreamstime)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Findomestic: “Migliorano le intenzioni d’acquisto degli it...