Fincantieri incrementa i ricavi nei nove mesi

(Teleborsa) – Fincantieri chiude i primi nove mesi del 2017 con risultati in crescita e in linea con gli obiettivi del Piano Industriale 2016-2020.

I ricavi si sono attestati a 3,5 miliardi di euro, in miglioramento del 10,7% rispetto al medesimo periodo del 2016.

L’Ebitda è passata da 185 a 233 milioni di euro mentre l’Ebitda margin, pari al 6,5%, è migliorato del 14% rispetto al 30 settembre 2016 (5,7%).

Il carico di lavoro complessivo è di oltre euro 25 miliardi di euro. Il backlog al 30 settembre 2017 è invece di 20,3 miliardi (euro 19 miliardi al 30 settembre 2016) con 97 navi in portafoglio e il soft backlog di circa euro 5 miliardi (circa euro 2,8 miliardi al 30 settembre 2016).

Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri, ha commentato: “Gli ottimi risultati commerciali, gestionali ed economici dei primi nove mesi del 2017 consolidano ulteriormente la leadership di Fincantieri e ci consentono, ad oggi, di confermare i risultati per il 2017 coerentemente con gli obiettivi del Piano Industriale”.

Per quanto riguarda la guidance, il Gruppo prevede risultati per l’esercizio 2017 in linea con le proiezioni economico-finanziarie del Piano Industriale. In particolare nel quarto trimestre del 2017 si confermano ricavi in ulteriore crescita rispetto ai primi nove mesi dell’anno nei settori Shipbuilding e Sistemi, Componenti e Servizi.

Fincantieri ha inoltre rilevato che il settore Offshore rimane caratterizzato dalla profonda crisi dell’Oil & Gas, pur ravvisandosi i primi segnali di una ripresa degli investimenti da parte delle compagnie petrolifere nell’area offshore. 

Fincantieri incrementa i ricavi nei nove mesi
Fincantieri incrementa i ricavi nei nove mesi