Finanza, con rimbalzo economia riprendono i dividendi. Boom del settore minerario

(Teleborsa) – Con la ripresa dell’economia globale dalla pandemia da coronavirus, anche i dividendi delle società quotate si avviano verso un ritorno alla normalità. Rispetto ai livelli pre-pandemia del primo trimestre 2020, le distribuzioni nei primi tre mesi del 2021 sono diminuite solo del 2,9% su base annua pari a 275,8 miliardi di dollari, secondo i dati del Global Dividend Index di Janus Henderson. I risultati del primo trimestre e prospettive più ottimistiche per il resto dell’anno hanno spinto Janus Henderson ad alzare le stime per le distribuzioni in tutto il 2021: ora sono previste a 1360 miliardi di dollari (+8,4% su base annua), contro le previsioni più ottimistiche di gennaio che non andavano oltre 1320 miliardi di dollari.

Nei quattro trimestri segnati dalla pandemia ad oggi, le società hanno ridotto i dividendi per un valore di 247 miliardi di dollari, una flessione del 14% su base annua, che ha cancellato quattro anni di incrementi. Nel primo trimestre, su scala globale, solo una società su cinque (il 18%) ha tuttavia ridotto i dividendi su base annua, un numero nettamente inferiore rispetto allo scorso anno, quando una società su tre aveva tagliato le distribuzioni (34%), evidenzia la ricerca della società britannica di gestione patrimoniale.

“La flessione registrata nel primo trimestre del 2021 è stata la meno pronunciata da un anno a questa parte, un’evidenza di come il peggio sembri essere passato che ci ha portato a rivedere al rialzo le previsioni per l’intero 2021 – ha commentato Federico Pons, Country Head per l’Italia di Janus Henderson Investors – Il secondo trimestre è un appuntamento tradizionalmente di punta per le distribuzioni nell’Eurozona, che nel primo trimestre ha già beneficiato di una crescita dei dividendi versati in controtendenza rispetto alla media globale; pertanto restiamo ottimisti rispetto a un ulteriore incremento delle distribuzioni per il proseguo dell’anno”.
L’Italia, prendendo in considerazione il primo trimestre per 5 anni consecutivi, ha registrato una crescita nella distribuzione dei dividendi; nel primi tre mesi del 2021 i versamenti sono stati pari a 2,6 miliardi di dollari, facendo segnare un lieve incremento rispetto ai 2,2 miliardi riscontrati nel primo trimestre 2020, una crescita equivalente al 18,4% su base complessiva e all’8,4% su base sottostante.

Tra i risultati interessanti della ricerca di Janus Henderson, c’è il fatto che le società dell’industria estrattiva si sono nettamente distinte nel primo trimestre grazie al rincaro dei prezzi delle materie prime. Le società del settore minerario hanno incrementato i dividendi complessivamente dell’85% (58% in termini sottostanti) e annunciato ulteriori versamenti nel corso dell’anno. Allargando lo sguardo, si può notare come ci siano state distribuzioni più generose anche nel settore sanitario e le utilities, siano stati ripristinati i dividendi del comparto finanziario (seppur con masse inferiori), mentre i settori dei beni discrezionali ed energetico registrano le flessioni più marcate.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Finanza, con rimbalzo economia riprendono i dividendi. Boom del settor...