Finanza alternativa: nuovo credito per le PMI dal Web

(Teleborsa) – La “finanza alternativa” sta dimostrando da qualche tempo di essere il vero trend da seguire. In un contesto sempre più complesso per la scena finanziaria mondiale e caratterizzato da una perenne evoluzione tecnologica infatti, si sente spesso parlare di nuove startup fintech che, con l’utilizzo di canali digitali, cominciano a fornire servizi storicamente erogati dal canale bancario.

Ma cos’è nella realtà la finanza alternativa? Potremmo definirla come l’insieme di innovativi prodotti a disposizione di una vasta clientela, principalmente persone fisiche e PMI, erogati al di fuori del canale bancario per soddisfare le diverse esigenze finanziarie.

Che si tratti di chiedere un prestito per esigenze personali o di finanziare la propria azienda infatti, il panorama web si sta arricchendo sempre più di piattaforme incentrate sulle esigenze degli utenti, che puntano a un’offerta totalmente digitale, libera da vincoli e attuata velocemente a costi contenuti.
 
La maggior parte delle piattaforme sta infatti utilizzando approcci diretti, basati sui modelli crowdfunding e peer-to-peer, per consentire a chi cerca fondi di ottenere le risorse direttamente da pool di investitori desiderosi di destinare il proprio capitale all’economia reale, nella maggior parte dei casi con interessanti rendimenti.

In un periodo di tassi bassi per gli investitori e di stretta creditizia, sembra quindi un trend destinato ad accrescersi velocemente e se ne stanno accorgendo anche le banche, che nel mondo puntano sempre più a stringere accordi con le startup fintech, cercando di sfruttare il potenziale innovativo dei loro modelli di business.

 Un trend che monitoreremo da vicino nelle prossime settimane.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Finanza alternativa: nuovo credito per le PMI dal Web