Finale d’ottava positivo per Milano e gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Finale d’ottava in corsa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, sostenute dall’accordo raggiunto al vertice europeo sui migranti ma anche dalle aperture annunciate dalla Cina sugli investimenti esteri.

Di un certo aiuto anche l’avvio in rialzo di Wall Street, che oggi beneficia di una serie di notizie positive dalla Corporate America.

L’Euro / Dollaro USA è in aumento (+0,91%) e raggiunge quota 1,167. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,36%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+1,02%), raggiunge 74,2 dollari per barile.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a 237 punti base, con un calo di 9 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,68%.

Tra le principali Borse europee denaro su Francoforte, che registra un rialzo dell’1,06%, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,28%, e bilancio decisamente positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,91%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB ha terminato la giornata con un aumento dello 0,90%, a 21.626 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share guadagna l’1,08% rispetto alla seduta precedente, chiudendo a 23.870 punti. In rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,78%), come il FTSE Italia Star (1,2%).

Nella Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,31 miliardi di euro, in calo di 412,8 milioni di euro, rispetto ai 2,73 miliardi della vigilia; i volumi si sono attestati a 0,84 miliardi di azioni, rispetto ai 1,25 miliardi precedenti.

Tra i 227 titoli trattati, 161 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso, mentre 59 hanno chiuso in ribasso. Invariati i restanti 7 titoli.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Prysmian (+4,66%), Exor (+3,37%), UBI Banca (+3,33%) e Atlantia (+2,30%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Mediaset, che ha terminato le contrattazioni a -4,56% a causa di un downgrade.

A tenere banco è stata però FCA su rumors, poi smentiti, relativi all’interesse di Hyundai.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Salini Impregilo (+4,40%), Anima Holding (+4,11%), Brunello Cucinelli (+3,24%) e Biesse (+3,14%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su RCS, che ha chiuso a -2,70%.

Pesante Rai Way, che segna una discesa di ben -2,31 punti percentuali.

Soffre SOL, che evidenzia una perdita dell’1,69%.

Preda dei venditori Banca MPS, con un decremento dell’1,64%.

Finale d’ottava positivo per Milano e gli altri mercati eur...