Fiera Milano, nel 2020 perdita di 34,2 milioni di euro

(Teleborsa) – Fiera Milano ha chiuso il 2020 con ricavi in calo del 74% a a 73,6 milioni di euro, un EBITDA pari a 10,4 milioni di euro rispetto a 106,1 milioni del 2019 e un EBIT pari a -34,3 milioni di euro rispetto a 59,6 milioni del 2019. La società, quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, ha chiuso l’esercizio con un risultato netto negativo per 34,2 milioni di euro, rispetto ad un utile netto di 34,3 milioni del 2019.

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2020, ante effetti IFRS 16, presenta un indebitamento finanziario netto di 23,9 milioni di euro rispetto ad una disponibilità finanziaria netta pari 68,3 milioni di euro al 31 dicembre 2019. Nel corso dell’esercizio 2020 si sono tenute 21 manifestazioni (52 nel 2019) nei quartieri fieristici fieramilano fieramilanocity, a cui si aggiungono 5 eventi congressuali con annessa area espositiva (50 nel 2019). All’estero si sono svolte 18 manifestazioni (28 nel 2019).

Fiera Milano prevede, nel caso di una ripartenza delle manifestazioni in presenza nel secondo trimestre 2021, un fatturato 2021 nell’ordine di 180-200 milioni di euro, mentre se la ripresa delle attività avvenisse a partire da settembre il fatturato atteso sarebbe compreso fra 160 e 180 milioni di euro. L’AD Luca Palermo ha sottolineato che i finanziamenti recentemente ottenuti, per un totale di 82 milioni di euro, “consentono di rafforzare la flessibilità finanziaria in attesa di tornare ad una situazione di piena operatività e di dare sostegno all’esecuzione del Piano Strategico”.

La società ha annunciato inoltre la nomina di Mario Franci a Chief Revenue Officer a partire dal prossimo 6 aprile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fiera Milano, nel 2020 perdita di 34,2 milioni di euro