Fideuram (Intesa Sanpaolo), aumenta l’utile netto nel semestre

(Teleborsa) – Risultati positivi per Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking (Gruppo Intesa Sanpaolo), nella prima metà del 2019. L’utile netto consolidato del primo semestre si è attestato a € 456 milioni, segnando un marginale incremento di € 2 milioni rispetto ai primi sei mesi dello scorso anno.

I coefficienti patrimoniali consolidati si confermano ampiamente al di sopra dei livelli minimi richiesti dalla normativa. In particolare, al 30 giugno 2019 il Common Equity Tier 1 ratio è risultato pari al 19,2%.

Alla fine di giugno 2019 le masse amministrate dal Gruppo Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking erano pari a € 229,2 miliardi, in crescita dell’8% rispetto al 31 dicembre 2018 (€ 213,1 miliardi) e del 5% rispetto al 30 giugno 2018 (€ 217,9 miliardi).

L’evoluzione delle masse rispetto alla fine del 2018 è attribuibile sia alla performance di mercato, che ha inciso positivamente sui patrimoni per € 11,6 miliardi, sia alla raccolta netta di oltre € 4,5 miliardi.

L’analisi per aggregati evidenzia che la componente di risparmio gestito è risultata pari a € 156,9 miliardi, in crescita di quasi € 10 miliardi (+7%) rispetto alla fine del 2018.

Al 30 giugno 2019 le masse amministrate in regime di consulenza a pagamento ammontavano a € 37,8 miliardi (€ 36,3 miliardi al 31 dicembre 2018, +4%).

Nel primo semestre del 2019 l’attività commerciale ha registrato oltre € 4,5 miliardi di raccolta netta (€ 5,5 miliardi nel primo semestre 2018), con flussi prevalentemente concentrati sulla componente di risparmio amministrato.

Al 30 giugno 2019 il numero complessivo dei private banker delle Reti risultava pari a 5.942, con un portafoglio medio pro-capite pari a circa € 39 milioni.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fideuram (Intesa Sanpaolo), aumenta l’utile netto nel semes...