Fiat scalda i motori dopo l’accordo con il sindacato USA

Grande giornata per Fiat Chrysler Automobiles, che sta mettendo a segno un rialzo del 3,24%.

A sostenere gli acquisti contribuisce la mossa vincente di Sergio Marchionne. Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles riesce infatti ad evitare un fastidioso sciopero in USA, siglando un nuovo accordo di contratto collettivo con il sindacato UAW, dopo la bocciatura del primo.

Su base settimanale, il trend del titolo è più solido rispetto a quello del FTSE MIB. Al momento, quindi, l’appeal degli investitori è rivolto con più decisione a Fiat Chrysler Automobiles rispetto all’indice di riferimento.

Lo status tecnico di breve periodo di Fiat Chrysler Automobiles mette in risalto un ampliamento della performance positiva della curva con prima area di resistenza individuata a quota 13,62 Euro. Rischio di eventuale correzione fino al target 13,08. Le attese sono per un aumento della trendline rialzista verso l’area di resistenza 14,16.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fiat scalda i motori dopo l’accordo con il sindacato USA