Fiat ignora la minaccia dagli USA e corre a Piazza Affari

Recupera terreno Fiat Chrysler Automobiles, che si muove con un guadagno dello 0,86% dopo un avvio debole, inizialmente condizionata dalla minaccia di sciopero negli Stati Uniti. La scorsa settimana, il 65% dei 40mila dipendenti Fiat Chrysler in USA aveva bocciato il contratto collettivo concordato dalla casa d’auto italo-americana con il sindacato UAW. 

L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenzia la trendline rialzista di Fiat Chrysler Automobiles più pronunciata rispetto all’andamento del FTSE MIB. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.

Il quadro tecnico di breve periodo di Fiat Chrysler Automobiles mostra un’accelerazione al rialzo della curva con target individuato a 13 Euro. Rischio di discesa fino a 12,68 che non pregiudicherà la buona salute del trend corrente ma che rappresenta una correzione temporanea. Le attese sono per un’estensione della trendline rialzista verso quota 13,32.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Fiat ignora la minaccia dagli USA e corre a Piazza Affari