Fiat Chrysler vittima di un aggressivo profit taking

(Teleborsa) – Si muove in profondo rosso il Lingotto, che è in forte flessione, mostrando una perdita del 5,04% sui valori precedenti. 

Il titolo si allinea alla debolezza evidenziata dall’intero listino, ma è anche vittima di un aggressivo profit taking. Le azioni, infatti, hanno più che raddoppiato il valore negli ultimi 12 mesi (performance +63,75%).

Goldman Sachs ha inserito le azioni nella lista dei titoli consigliati “selected listi” ed ha rivisto al ribasso il target price a 25,3 euro dai 14,14 euro delle attuali quotazioni.  

Le implicazioni di medio periodo di Fiat Chrysler confermano la presenza di un trend rialzista. Tuttavia lo scenario a breve evidenzia un esaurimento della forza positiva al test di resistenza individuato a 14,67 Euro con primo supporto visto a 13,81. Le attese sono per un’estensione negativa nei tempi opportunamente brevi verso quota 13,5.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fiat Chrysler vittima di un aggressivo profit taking