Fiat Chrysler ferma ai box dopo le vendite auto di marzo

(Teleborsa) – Poco mosso il titolo del Lingotto, che scambia in calo dello 0,51%.

Driver principale del ribasso sono le vendite di auto negli USA, scese del 5% a marzo in linea con il competitor Ford (-7%). Bene, invece, le immatricolazioni in Italia che confermano la leadership di Fiat nel mercato italiano. 

Lo scenario di breve periodo di Fiat Chrysler evidenzia un declino dei corsi verso area 9,61 Euro con prima area di resistenza vista a 9,81. Le attese sono per un ampliamento della fase negativa verso il supporto visto a 9,53.

 

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

Fiat Chrysler ferma ai box dopo le vendite auto di marzo