Ferrovie: in Alto Adige test per nuove tecnologie treni Flirt

(Teleborsa) – Conclusi con successo test con prototipo dei treni Flirt in circolazione in Alto Adige per le linee ferroviarie altoatesine. Obiettivi, un nuovo sistema di gestione del traffico ferroviario e l’utilizzo di un’alimentazione energetica più adatta al contesto internazionale. Il prototipo “Flirt” protagonista dei test è stato esposto a Milano dal 29 maggio al 2 giugno durante il World Congress on Railway Research, il l’11esimo congresso mondiale sulla ricerca e l’innovazione ferroviaria.

Al primo punto della sperimentazione, il rapido adeguamento alle direttive europee per uniformare segnalamento e controllo e protezione del traffico grazie al sistema ERTMS (European Rail Traffic Management System) che verrà installato nei prossimi anni su tutti i treni Flirt. “Ciò consentirà – spiega Florian Mussner, assessore alla mobilità della Giunta provinciale di Bolzano – di abbattere i tempi di attesa tra i passaggi dei treni, regolare in maniera più rapida i passaggi a livello e garantire un più efficiente sfruttamento delle infrastrutture anche per quanto riguarda il transito ai confini del Brennero e di Sillian”.

L’altro obiettivo riguarda, invece l’alimentazione, dei treni Flirt che dal 2019, inizialmente lungo la linea della Val Venosta, potrà contare su un sistema a 25 kV in sistema di corrente alternata monofase. “Si tratta della soluzione maggiormente utilizzata a livello mondiale – ha aggiunto Mussner – e della più efficiente a livello tecnico e di risparmio energetico. Con questa nuova alimentazione compiremo un ulteriore passo in avanti per incrementare le capacità, ridurre il cadenzamento orario e offrire nuove possibilità di combinazione fra treno e bici”.

L’elettrotreno Flirt ( ), costruito dalla Stadler con sede a Bussnang, in Svizzera, è un elettrotreno composto da due a sei elementi, seconda la versione, con carrelli intermedi condivisi. Un mezzo che ha riscosso notevole successo. Flirt sono stati acquisitati anche in Italia, nella versione a 15 kV c.a./3.000 volt cc, da alcune società regionali come TiLo, che effettua servizi in Ticino e Lombardia, o Sistemi Territoriali, che opera in Veneto e la SAD in Alto Adige.

Questo elettrotreno ha la caratteristica di disporre di uno spazio continuo unificato per tutta la lunghezza, con piano di accesso ribassato. La superficie a piano ribassato è di oltre il 90% della lunghezza, gli accessi sono ben 6 per fiancata per quanto riguarda la versione ETR 150 TiLo, mentre può variare nelle singole altre versioni. Tutto l’ambiente è climatizzato, la toilette è a circuito chiuso ed attrezzata per disabili. La cassa è realizzata con estrusi in lega leggera saldati, i carrelli sono a sospensione pneumatica. I Flirt sono accoppiabili a comando multiplo fino a 4 unità.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ferrovie: in Alto Adige test per nuove tecnologie treni Flirt