Ferrovie Emilia Romagna (FER), lavori “in progress” per la sicurezza

(Teleborsa) – Da domenica 19 agosto FER (Ferrovie Emilia Romagna) riapre al pubblico la tratta Casalecchio-Vignola dopo l’istallazione del sistema di sicurezza SCMT, Sistema Controllo Marcia Treno, di un nuovo “blocco conta assi e di un ACCM (Apparato Centrale Computerizzato-Multistazione) per la gestione della circolazione.

Si tratta di una serie dinuovi apparati di sicurezza di tipo avanzato peraltro già presenti all’interno delle zone comuni con rete Ferroviaria Italiana utilizzate dai convogli di altre amministrazioni e nelle tratte di interconnessione tra rete RFI e FER, in aggiunta ad altri sistemi automatici di controllo da tempo presenti.

In particolare, SCMT permetterà il ripristino delle velocità consentite prima delle misure di rallentamento della velocità imposte dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), garantendo i massimi standard operativi ammessi per la circolazione. 

Saranno così, grazie all’attivazione SCMT sulla Casalecchio-Vignola, 94 i Km della rete FER coperti da questo sistema di sicurezza che permette di verificare che i macchinisti rispettino la conformità della linea e i semafori via via incontrati, disponendo la frenatura automatica del convoglio nel caso di superamento della velocità massima consentita o di un segnale di via impedita.

Entro la fine dell’anno FER completerà la sistemazione SCMT delle linee Reggio Emilia-Ciano e Parma-Suzzara. Per il primo semestre 2019 è prevista l’attivazione del Sistema automatico di Controllo Marcia Treno sulla Ferrara-Suzzara, mentre sarà avviata per “fasi” la realizzazione del sistema ACCM (Apparato Centrale Computerizzato-Multistazione) sulla Bologna-Portomaggiore, con la contestuale messa a punto del SCMT.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ferrovie Emilia Romagna (FER), lavori “in progress” per la...