Ferrovie di Stato, l’Ad preannuncia un utile in “significativa crescita”

(Teleborsa) – Le Ferrovie di Stato hanno chiuso l’esercizio 2015 con un utile in “significativa crescita”. Lo ha detto il numero uno del gruppo Renato Mazzoncini nel corso di un’audizione alla Camera, facendo riferimento anche alla perdita accusata dai competitor francesi.

Il manager ha poi parlato dell’eventuale quotazione delle FS in Borsa, ribadendo “devo essere sicuro che sia un’operazione di successo” e ricordando che il problema riguarda soprattutto RFI, un’azienda che varrebbe 26 miliardi, ma che con l’attuale sistema “vale zero”. L’ipotesi poi di scorporare la società che gestisce la rete – ricorda – vorrebbe dire “ammazzare il gruppo”.

La concorrenza di NTV in Italia non impensierisce l’AD di FS, che afferma “se venissero i francesi o i tedeschi mi impensierirei un po’ di più”.

Poi, il numero uno delle FS ha affermato “tutto quello che è trasporto ci interessa”, esprimendo interesse per le Ferrovie del Sud Est, ma anche per l’ingresso in altri mercati, come la Francia e la Germania. Quanto alla partecipazione alla gara delle ferrovie greche, il manager ha affermato che si è trattato solo di una questione di opportunità, per non lasciar tutto in mano a rissi e cinesi, ma il valore della partecipazione è inferiore a 100 milioni di euro

Il numero uno di FS ha parlato infine di Atac, l’azienda che gestisce i trasporti della capitale, affermando: “o ci muoviamo noi o si muoveranno sicuramente le aziende straniere”. Poi, ha ribadito che le Ferrovie sono “l’unico soggetto che può proporre un’integrazione anche tariffaria” e che prima o poi i comuni abbandoneranno le municipalizzate. Con il Comune di Roma sono in corso “contatti”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ferrovie di Stato, l’Ad preannuncia un utile in “significa...