Ferrovie azzera i vertici in vista della privatizzazione

(Teleborsa) – Ferrovie dello Stato azzera vertici in vista della privatizzazione.

Il Gruppo ha infatti annunciato stamane le dimissioni del Consiglio di Amministrazione precisando che sarà convocata il più presto possibile un’assemblea per la nomina del nuovo Consiglio.

Scatta ora il toto-nomine, dal momento che a lasciare sono stati anche il Presidente Marcello Messori e l’Amministratore Delegato Michele Elia.

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan ha apprezzato la scelta del management e dell’intero CdA “di fare un passo indietro rinunciando al proprio incarico nella società”, spiegando che il Governo provvederà “rapidamente alla nomina del management chiamato a condurre la società nel processo di valorizzazione avviato formalmente con il DPCM varato questa settimana dal Governo”.

Lunedì il Governo ha annunciato formalmente l’avvio della privatizzazione del 40% delle Ferrovie, mentre la Rete rimarrà al 100% pubblica.

Ferrovie azzera i vertici in vista della privatizzazione