Ferragosto con stangata, 540 milioni solo per costi benzina

(Teleborsa) – Il Ferragosto porta con sé quest’anno una stangata ai danni dei consumatori, chiamati a pagare il 7% in più rispetto allo scorso anno per le proprie vacanze estive: 47 euro in più a persona per la classica settimana di villeggiatura al mare. Ed è proprio il combinato disposto degli aumenti e del cattivo tempo ad aver causato una netta diminuzione (-20%) delle gite fuoriporta in questi giorni, rispetto allo scorso anno.

Alla stangata contribuisce certo il caro-carburante: oggi un litro di gasolio costa il 12,4% in più rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre per la benzina si spende mediamente il 9% in più, per un totale di 540 milioni di euro solo di maggiori costi legati ai rifornimenti di carburante. 

La promessa del governo di intervenire sulle accise e sull’assurda tassazione che in Italia grava sui carburanti non hanno finora trovato seguito – denuncia il Codacons -. “Eppure Matteo Salvini che aveva definito la riduzione del costo della benzina un “impegno concreto, realizzabile, fattibile”: non vorremmo scoprire, invece, che anche questa promessa ai consumatori si risolva in un nulla di fatto”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ferragosto con stangata, 540 milioni solo per costi benzina