Fed, Janet Yellen ribadisce una politica ancora prudente sui tassi

(Teleborsa) – La Chairwoman della Fed Janet Yellen non teme le ripercussioni della crisi mondiale sull’economia americana, ma conferma che la Fed manterrà una politica monetaria prudente, in relazione ai rischi crescenti posti dalla crisi internazionale e dai bassi prezzi dell’energia. Di qui, la decisione di lasciare fermo il costo del denaro. 

Il mercato del lavoro – ha sottolineato – conferma un elevato tasso di partecipazione, ma i salari crescono a tassi modesti e l’inflazione si mantiene bassa e ben lontana dal target di lungo periodo indicato dalla banca centrale americana. 

La volatilità dei mercati vista fra gennaio e febbraio non ha spinto la Fed a rivedere le previsioni di crescita, che non sono cambiate molto rispetto a dicembre, ma l’economia mondiale continua a crescere ad un tasso leggermente inferiore alle attese e questo ha convinto la banca centrale a mantenere una politica prudente.

Parlando della possibilità di alzare i tassi di interesse, in particolare della decisione di limitare a due i possibili rialzi del costo del denaro nel 2016, la Yellen ha fatto riferimento alla necessità di bilanciare i rischi al ribasso ed al rialzo per l’economia.

La Yellen ha concluso che la Fed continuerà a monitorare attentamente gli sviluppi della congiuntura internazionale, soprattutto quelli relativi all’inflazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fed, Janet Yellen ribadisce una politica ancora prudente sui tassi