Fed, i dazi distruggono il lavoro. Imprese preoccupate

(Teleborsa) – L’economia americana, tra marzo e l’inizio di aprile, ha continuato ad espandersi a un passo tra il “modesto” e il “moderato”. E’ quanto rileva il Beige Book, il rapporto sulle condizioni dell’economia a stelle e strisce, compilato dalla Federal Reserve e che servirà nel corso della prossima riunione del Federal Open Market Committee (FOMC), in calendario a inizio maggio. I salari invece, continua il rapporto, stanno crescendo in modo modesto. 

La banca centrale guidata da Jerome Powell rileva, inoltre la preoccupazione delle aziende per l’effetto dei dazi imposti da Donald Trump su pannelli solari, lavatrici, acciaio e alluminio e sulla possibilità che li possa espandere a un migliaio di altri prodotti fatti in Cina.

La Fed ha riscontrato un “generalizzato” aumento dei prezzi dell’acciaio, talvolta “notevole” e, le aziende, temono un “ulteriore incremento” dei prezzi, nei prossimi mesi, soprattutto per l’acciaio e per i materiali da costruzione, con conseguente crescita dei prezzi per i consumatori.

Fed, i dazi distruggono il lavoro. Imprese preoccupate