Fed, Bullard sostiene la linea dura sul rialzo dei tassi

(Teleborsa) – Il presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, prevede un solo ritocco all’insù dei tassi di interesse, fino al 2018, convinto che la crescita economica americana sarà più lenta del previsto fino a quel periodo, motivo per cui il costo del denaro dovrà salire di poco, e dunque con molta probabilità solo una volta.

Bullard, membro votante del FOMC, braccio operativo della Federal Reserve, prevede ora che il PIL salirà attorno al 2% nei prossimi due anni e mezzo e il tasso di disoccupazione si attesterà attorno al 4,7%. 

Va ricordato che, come largamente atteso dal mercato, la Fed mercoledì ha lasciato i tassi invariati confermando un approccio cauto della politica monetaria, e richiamando fattori internazionali come la Brexit. Oltre alle incertezze legate alla possibile uscita della Gran Bretagna dall’UE, ad influenzare le scelte dei banchieri centrali statunitensi sono stati anche i recenti dati sul mercato del lavoro, che hanno evidenziato una frenata della crescita di posti di lavoro. Il FOMC ha inoltre abbassato la previsione dei tassi da quest’anno al 2018 e per il lungo termine.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fed, Bullard sostiene la linea dura sul rialzo dei tassi