FCA sotto pressione dopo immatricolazioni gennaio

(Teleborsa) – Si muove al ribasso il titolo Fiat Chrysler, che passa di mano con un calo dell’1,35%. A pesare sulle azioni contribuiscono i dati sulle immatricolazioni in Italia, diffusi venerdì a mercato chiuso.

Nel mese di gennaio, il Gruppo guidato da Mike Manley ha visto le vendite di nuove auto di gennaio scendere del 21,64%, facendo peggio del mercato che nel mese ha segnato un -7,55%.

Il confronto del titolo con il FTSE MIB, su base settimanale, mostra la maggiore forza relativa del Lingotto rispetto all’indice, evidenziando la concreta appetibilità del titolo da parte dei compratori.

La tendenza di breve di Fiat Chrysler è in rafforzamento con area di resistenza vista a 14,99 Euro, mentre il supporto più immediato si intravede a 14,77. Attesa una continuazione della tendenza al rialzo verso quota 15,22.

FCA sotto pressione dopo immatricolazioni gennaio