FCA replica ad Airaudo: paghiamo le tasse in Italia

(Teleborsa) – “La riorganizzazione societaria dell’ottobre 2014 (di FCA) non ha assolutamente modificato gli obblighi fiscali in Italia che rimangono gli stessi della precedente struttura operativa”. Così ha risposto il portavoce della casa autombilistica, Simone Migliarino, all’Onorevole Giorgio Airaudo, che ieri ha tra l’altro affermato che “FCA pagherà le tasse all’estero e non in Italia”.

In una nota Migliarino ha spiegato che “il Gruppo FCA opera nel nostro Paese attraverso 70 società che svolgono attività industriali, commerciali e finanziarie con un volume di affari di decine di miliardi di euro. Queste società sono ovviamente soggette in Italia a tutti gli obblighi di natura tributaria e ai connessi pagamenti d’imposte”.

FCA replica ad Airaudo: paghiamo le tasse in Italia