FCA-PSA, UE dà via libera a fusione grazie a impegni assunti per concorrenza

(Teleborsa) – La Commissione Europea ha autorizzato la proposta fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot, che è subordinata al pieno rispetto degli impegni offerti dalle due società.

Il via libera segue un’indagine approfondita della Commissione sulla fusione, a seguito della quale sarebbe stata compromessa la concorrenza sul mercato dei veicoli commerciali leggeri in nove Stati membri, dove le due case d’auto hanno quote di mercato elevate o molto elevate e sono concorrenti particolarmente stretti. L’acquisizione avrebbe quindi probabilmente comportato un aumento dei prezzi per i clienti.

Per fugare le preoccupazioni della Commissione, FCA e PSA hanno preso una serie di impegni volti a promuovere l’ingresso e l’espansione sul mercato: un’estensione dell’accordo di cooperazione attualmente in vigore tra PSA e Toyota Motor Europe per i piccoli veicoli commerciali leggeri, in base al quale PSA produce veicoli a marchio Toyota principalmente nell’Unione Europea; una modifica degli accordi di riparazione e manutenzione in vigore tra PSA, FCA e le loro reti al fine di facilitare l’accesso dei concorrenti alle reti di riparazione e manutenzione.

La soddisfazione questi impegni – sottolinea Bruxelles – consente di mantenere una concorrenza effettiva sul mercato e quindi risponde pienamente a tutte le preoccupazioni della Commissione in materia di concorrenza. La Commissione è quindi giunta alla conclusione che l’operazione, così come modificata dagli impegni, non rappresenterebbe più un problema di concorrenza.

“L’accesso a un mercato competitivo per i furgoni commerciali leggeri è importante per molti lavoratori autonomi e piccole e medie imprese in tutta Europa”, ha spietato la Commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, assicurando “siamo in grado di autorizzare la fusione tra Fiat Chrysler e Peugeot SA poiché i loro impegni faciliteranno l’ingresso e l’espansione nel mercato dei furgoni commerciali leggeri. Negli altri mercati in cui operano attualmente le due case automobilistiche, la concorrenza rimarrà forte dopo la fusione “.

Le due case d’auto hanno accolto “con grande favore” il via libera dell’UE alla creazione di Stellantis ed hanno già convocato le rispettive assemblee per il 4 gennaio 2021, per approvare la fusione. Il closing è previsto entro il primo trimestre 2021.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FCA-PSA, UE dà via libera a fusione grazie a impegni assunti per conc...