FCA, prossimi obiettivi: auto elettrica e a guida autonoma

(Teleborsa) – FCA investirà oltre nove miliardi di dollari sull’auto elettrica. Lo ha affermato l’Amministratore Delegato del Gruppo, Sergio Marchionne, durante il Capital Markets Day.

Investiremo oltre 9 miliardi di dollari per creare e industrializzare l’elettrificazione dei nostri prodotti” ha spiegato, aggiungendo che “ridurre la dipendenza dal petrolio è una delle maggiori sfide che la nostra società dovrà affrontare nei prossimi anni. Tutto il sistema politico, economico e industriale dovrà lavorare per trovare un equilibrio tra livelli di consumo, costo ed efficienza”.

Il top manager ha poi dichiarato che entro il 2022 Fiat Chrysler Automobiles raggiungerà la piena capacità produttiva negli impianti italiani ed europei.

In particolare, in quelli italiani il Gruppo manterrà e aumenterà l’utilizzo della capacità produttiva, con un portfolio di prodotti green e premium. “Le auto di massa – ha sottolineato – non saranno più prodotte in Italia“.

Il management ha poi annunciato che nel 2023 debutteranno le auto FCA a guida autonoma. “Prevediamo che i sistemi a guida autonoma di livello 4 diventeranno disponibili per i nostri clienti intorno al 2023. Continueremo a lavorare con i team più sofisticati per accelerare i tempi. Il costo si aggirerà attorno ai 30 mila dollari e scenderà ai 10 mila dollari grazie ai volumi e all’industrializzazione” ha spiegato il Chief Technical Officer della casa automobilistica italo-statunitense, Harald Wester.

Viste le tecnologie coinvolte – ha però tenuto a precisare Wester – come elaborazione ad alta velocità, elaborazione delle immagini, intelligenza artificiale e nuova generazione di radar, pensiamo che rimangano ancora troppe aree inesplorate e troppe domande a cui non si può dare risposta. Non c’è un motivo razionale che ci faccia scegliere un sistema piuttosto che un altro. Non abbiamo in tasca ne’ una risposta ne’ una soluzione migliore”, ha ammesso Wester, spiegando che per questo motivo FCA ha scelto di di collaborare con tre grandi player, come Waymo, BMW e Aptiv. Con Waymo nei prossimi tre anni “abbiamo un contratto per fornire 62 mila Pacifica Hybrids e stiamo inoltre avviando discussioni per lo sviluppo di un veicolo a piena guida autonoma”.

Con BMW “lavoreremo insieme per una tecnologia di guida autonoma. I nostri tecnici lavoreranno con i team di BMW vicino a Monaco per sviluppare la piattaforma di guida autonoma. FCA e BMW condivideranno risorse e dati, e anche tutti gli investimenti sottostanti”.

Quanto ad Aptiv “c’è una collaborazione per la nuovissima Grand Cherokee”.

FCA, prossimi obiettivi: auto elettrica e a guida autonoma