FCA, Marchionne: “Primo trimestre debole, ma gli obiettivi non cambiano”

(Teleborsa) – Il primo trimestre 2017 di Fiat Chrysler “è stato, come previsto, il più debole dell’anno. L’avevamo messo nel conto. Tutto questo non cambia gli obiettivi finali per il 2018”. Così il numero del Lingotto ad Amsterdam per le assemblee di FCA, CNH e Ferrari.

Marchionne fa riferimento al trimestre del mercato americano, periodo in cui si è registrata una flessione “legata soprattutto alla fine della produzione della Chrysler 200 e all’andamento del mercato delle flotte aziendali”.

Il confronto con i primi tre mesi dello scorso anno “può ingannare” perché negli Stati Uniti pesa il riequilibrio nella vendita di flotte, dopo i risultati del 2016, mentre “noi ci siamo rifiutati di inquinare i canali di vendita”, ha continuato il top manager. Il mercato USA, comunque, è “ancora sopra 17 milioni di auto ed è già un miracolo se si considera che si tratta del quarto anno consecutivo”.

“Abbiamo superato gli obiettivi finanziari e, cosa ancora più significativa, abbiamo rivisto al rialzo i nostri target due volte nell’anno”, ha concluso Marchionne.

FCA, Marchionne: “Primo trimestre debole, ma gli obiettivi non cambiano”
FCA, Marchionne: “Primo trimestre debole, ma gli obiettivi non&n...