FCA in calo a Piazza Affari, non giovano i dati sulle immatricolazioni

(Teleborsa) – Fiat Chrysler Automobiles, continua a performare meglio del mercato dell’ auto europeo. La casa automobilistica italiana, nel mese di maggio, ha mostrato un incremento delle vendite del 25,3%, rispetto alle immatricolazioni nella UE (EU28) che  hanno segnato un balzo del 16% e quelle che includono anche l’EFTA, l’Associazione europea del libero scambio (Svizzera, Islanda e Norvegia) che hanno segnato un incremento del 15,5%.

Nonostante tutto, a Piazza Affari, Fiat Chrysler Automobiles, è in forte ribasso con un calo del 3,15%.

Quadro tecnico in evidente deterioramento con supporti a controllo stimati in area 5,61 Euro. Al rialzo, invece, un livello polarizzante maggiori flussi in uscita è visto a quota 5,75. Il peggioramento di Fiat Chrysler Automobiles è evidenziato dall’incrocio al ribasso della media mobile a 5 giorni con la media mobile a 34 giorni. A brevissimo sono concrete le possibilità di nuove discese per target a 5,54.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

FCA in calo a Piazza Affari, non giovano i dati sulle immatricolazioni