FCA, giù le immatricolazioni in USA

(Teleborsa) – In lieve calo Fiat Chrysler Automobiles ad apertura di Wall Street (-0,12%), dopo il risultato delle immatricolazioni americane.

Nel mese appena concluso il gruppo ha venduto 161.477 unità, in diminuzione del 10% rispetto allo stesso mese del 2016, quando il totale era stato di 180.389 veicoli. Le vendite retail a luglio sono state di 145.391 unità (-6% annuo) e pari al 90% del totale mensile.

Quelle delle flotte sono state pari a 16.086 unità, in calo del 35% rispetto allo stesso mese del 2016 e pari al 10% del totale di maggio. Quest’ultimo risultato era però atteso, ed è in linea alla strategia di riduzione delle vendite nel segmento del noleggio giornaliero.

L’esame di breve periodo del titolo classifica un rafforzamento della fase rialzista, con immediata resistenza vista a 12,14 dollari USA e primo supporto individuato a 12,04. Tecnicamente ci si attende un ulteriore spunto rialzista della curva verso nuovi top, stimati in area 12,24.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

FCA, giù le immatricolazioni in USA