Fatture, l’Italia rimane tra i peggiori pagatori d’Europa

Scendono i tempi di pagamento tra famiglie e imprese, ma nonostante questo l’Italia rimane tra i peggiori pagatori d’Europa.

E’ quanto sottolinea la secondo la CGIA di Mestre, che cita un’indagine realizzata dagli artigiani su dati Intrum/Iustitia: nel 2015 il saldo della fattura/ricevuta avviene dopo 48 giorni dall’emissione, oltre il doppio rispetto alla media europea (pari a 23). Rispetto al 2014, spiega l’associazione degli artigiani e delle piccole imprese, la scadenza del saldo fattura/ricevuta è scesa di 27 giorni.

Sebbene sia in forte calo, l’Italia mantiene anche nei rapporti commerciali tra privati e imprese un deprecabile record: nessun altro Paese in Europa presenta una situazione peggiore della nostra. In Spagna le fatture si saldano dopo 45 giorni, in Francia dopo 33, nel Regno Unito dopo 15 e in Germania dopo 13.

Fatture, l’Italia rimane tra i peggiori pagatori d’Eu...