Fase 2, ipotesi spostamenti nella Regione e aperture scaglionate per bar e ristoranti

(Teleborsa) – Ok agli spostamenti ma entro i confini regionali e riapertura graduale delle attività commerciale, con diversi scaglioni soprattutto per la ristorazione. Prende forma la cosiddetta Fase 2 per affrontare l’emergenza Coronavirus e che, a meno di grandi sorprese, dovrebbe avere inizio a partire dal 4 maggio. Per quanto riguarda la libertà di spostamento nulla è stato ancora deciso ma l’ipotesi più accreditata da diverse fonti del Governo, come riporta Ansa, è quella di permettere movimenti anche al di fuori dei propri Comuni, pur mantenendo vive le restrizioni intraregionali.

Per Palazzo Chigi la fase 2 deve consistere in “una ripartenza sempre all’insegna della massima cautela, nella consapevolezza che si dovrà sempre tenere sotto controllo la curva epidemiologica e non farsi trovare impreparati in caso di una possibile risalita. Il piano prevede un allentamento delle misure restrittive, ma non uno stravolgimento”. E proprio sul fronte delle riaperture sono ancora molti i punti da chiarire: secondo quanto riferito dal capo della task force di Palazzo Chigi per le riaperture, Vincenzo Colao, durante la videoconferenza con i sindacati, l’allentamento delle restrizioni economiche dovrebbe 2,7 milioni di cittadini. L’idea sarebbe quella di autorizzare dalla metà di maggio prima l’apertura dei negozi al dettaglio, per poi passare a quella di bar e ristoranti. Non ci sono ancora date ma le più accreditate sarebbero 11 maggio per i primi e 18 maggio per i secondi. Per bar e ristoranti si considera però la possibilità di aprire alla vendita da asporto – accanto quella a domicilio già permessa – anche dal 4 maggio.

“La revisione delle misure di distanziamento sociale non significa un ‘liberi tutti'” ma non possiamo chiudere i cittadini in casa per sempre”: sarebbero state le parole del Primo Ministro Giuseppe Conte all’incontro con Regioni e enti locali. Giuseppe Conte e i ministri Roberto Speranza e Francesco Boccia torneranno a incontrare i rappresentanti di Regioni e Comuni entro venerdì, in previsione di una decisione sulla Fase 2 che dovrebbe arrivare entro questo sabato, come riporta Ansa. Nel frattempo, la conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha stabilito che il prossimo 30 aprile alle ore 10 si terrà nell’Aula della Camera una informativa del presidente del Consiglio sulle questioni attinenti alla programmazione per la ripresa delle attività economiche.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fase 2, ipotesi spostamenti nella Regione e aperture scaglionate per b...